News 13 Marzo 2019 Back

L’industria culturale e creativa italiana per l’approvazione della direttiva

Share

Copyright – L’industria culturale e creativa italiana, con una lettera congiunta, chiede agli europarlamentari italiani “una convinta approvazione della direttiva”. Ben 19 le associazioni firmatarie: “L’Italia creativa produce 48 miliardi di euro di fatturato, dà lavoro a un milione di persone e rappresenta un patrimonio di eccellenza per il nostro Paese e per l’Europa. Siate testimoni orgogliosi di questo patrimonio. Tutelate il nostro DNA di Italiani ed europei”.

Roma, 12 marzo 2019 – L’industria culturale e creativa italiana, in tutte le sue componenti, si muove unita per dire SI alla direttiva copyright, in agenda nella seduta dell’Europarlamento a fine marzo. E chiede agli europarlamentari italiani – con una lettera congiunta (qui in allegato) – “una convinta approvazione della Direttiva comunitaria che favorirà lo sviluppo dei contenuti nell’era digitale nel rispetto del diritto d’autore. (…) Un voto importante a tutela del nostro DNA di Italiani ed Europei, creatori e coltivatori di emozioni”.

Ben diciannove le associazioni firmatarie, rappresentative di tutte le componenti industriali e creative del settore culturale: 100autori – Associazione dell’Autorialità Cinetelevisiva, AFI – Associazione Fonografici Italiani, AIE – Associazione Italiana Editori, ALI – Associazione Italiana Librai, ANAC– Associazione Anazionale Autori Cinematografici, ANART – Associazione Nazionale Autori Radiotelevisivi e Teatrali, ANEM – Associazione Nazionale Editori Musicali, ANES – Associazione Nazionale Editoria di Settore, CCI – Confindustria Cultura Italia,  Confindustria Radio TV – Associazione dei media televisivi e radiofonici italiani, EMUSA – Editori Musicali Associati, Federazione Autori, FEM – Federazione Editori Musicali, Federazione Carta e GraficaFIMI – Federazione Industria Musicale Italiana, INDICAM – Istituto Centro Marca per la lotta alla contraffazione, Nuovo IMAIE – Nuovo Istituto Mutualistico per la Tutela dei diritti degli artisti interpreti ed esecutori, PMI – Produttori Musicali Indipendenti, Writers Guild Italia – Sindacato degli scrittori di cinema, tv e web.

“L’Italia creativa – proseguono le associazioni – produce 48 miliardi di euro di fatturato, dà lavoro a un milione di persone e rappresenta un patrimonio di eccellenza per il nostro Paese e per l’Europa. (…) L’Italia vanta un passato creativo e culturale prestigioso, unico al mondo. Un patrimonio conservato e nutrito da autori, registi, interpreti, giornalisti, fotografi, editori, scrittori, musicisti, grafici, librai, artisti, bibliotecari, pittori, designer, redattori, fonici, addetti alle luci, costumisti, e dalle centinaia di altre figure professionali che, con talento e passione, quotidianamente operano nelle industrie creative e culturali e che, con la rivoluzione digitale, necessitano di particolare attenzione e tutela. (…) La Direttiva sostanzialmente (…) aggiorna la normativa vigente al mutato contesto tecnologico ed economico-sociale, per dare una giusta remunerazione al lavoro di autori, artisti, imprese e del milione di persone che vi lavorano. In altre parole: rafforza autori, imprese e lavoratori europei nei confronti di giganti del web d’Oltreoceano e aumenta le garanzie degli utenti finali nei confronti di entrambi”.

“La creatività è il cuore e il cervello di questo Paese, che deve pensare al proprio futuro e tornare ad essere messaggero di arte e bellezza in Europa e nel mondo. Ci appelliamo a Voi – concludono – affinché siate testimoni orgogliosi di questo patrimonio”.

Tribunale Civile di Roma: Cooperativa Artisti 7607 risarcisca NUOVOIMAIE Workshop Rispettiamo la creatività

Ultime News

Contributo Provini: novità sulla Liberatoria

Novità sulla documentazione da inviare per la richiesta del contributo provini.

Il CdA del NUOVO IMAIE ha stabilito che la liberatoria - uno dei documenti richiesti in "Termini e Condizioni Provini 2021" - sia da allegare alla richiesta di contributo solo nei casi in cui sia effettivamente disponibile ma che non sarà più essenziale ai fini del riconoscimento del contributo provini.

News 11 Maggio 2021 LEGGI TUTTO

Interventi di Manutenzione Rete

Nella mattinata di sabato 8 maggio verranno effettuati alcuni interventi di manutenzione sulla rete del NUOVO IMAIE che potrebbero temporaneamente ostacolare il funzionamento dei Portali (Artisti, Utilizzatori, Bandi, Rendiconti e Repertori e Iscriviti Online).

Ci scusiamo per gli eventuali disagi che saranno risolti il prima possibile.

News 7 Maggio 2021 LEGGI TUTTO

Fondo Artiste madri: altri 172.000 Euro in pagamento

E’ partita la seconda tranche di bonifici - per un totale di 172.000,00 Euro - alle Artiste madri che hanno fatto domanda al Fondo NUOVO IMAIE pensato per loro.

Si tratta di altre 43 donne, attrici e musiciste (che si aggiungono alle precedenti 106 artiste), che hanno avuto un bambino, lo hanno adottato oppure lo hanno avuto in affido pre-adozione, nel periodo luglio 2018 - dicembre 2020.

Un intervento importante per tutte quelle lavoratrici che in gravidanza o nel periodo immediatamente successivo hanno dovuto sospendere gli impegni professionali.

Donne che svolgono una professione, non sempre adeguatamente tutelata.

Dopo questa seconda tranche di bonifici, ne seguiranno altre fino al completamento dell'iniziativa.

Per scoprire in dettaglio i termini e le condizioni per poter accedere al Fondo di sostegno Artiste Madri NUOVO IMAIE leggi qui 👉 Termini e condizioni Fondo Artiste madri 2021

NUOVO IMAIE, sempre al fianco degli Artisti ❤️

News 29 Aprile 2021 LEGGI TUTTO

Procedura Gestione Compensi che presentano anomalie in fase di Ripartizione

Abbiamo pubblicato sul sito internet del NUOVO IMAIE, nella sezione “I tuoi compensi”, la procedura che disciplina i casi in cui, in sede di ripartizione dei diritti agli Artisti, emergano delle anomalie.

Con questa procedura Il NUOVO IMAIE intende dotarsi di un ulteriore strumento per garantire agli Artisti Interpreti Esecutori una corretta attribuzione dei loro proventi e la necessaria trasparenza.

Il NUOVO IMAIE ha adottato questa procedura per evitare che sull’ammontare dei compensi agli Artisti incidano quei dati non direttamente connessi al consumo, sfruttamento ed utilizzo delle opere nel mercato di riferimento, cosa che comporterebbe una inevitabile diminuzione degli importi a scapito degli altri Artisti Interpreti Esecutori aventi diritto.

LEGGI LA PROCEDURA 👉 https://www.nuovoimaie.it/wp-content/uploads/2021/04/Gestione-Compensi-Che-Presentano-Anomalie-Procedimenti-Disciplinari-1.pdf

News 28 Aprile 2021 LEGGI TUTTO