News 22 Maggio 2020 Back

DL Rilancio – Riassunto delle novità e sintesi per gli artisti

Share

In questi giorni ci sono pervenute domande da parte di artisti, interpreti ed esecutori confusi dalla diffusione di notizie online sulle novità introdotte dal Decreto Rilancio per Coronavirus:

  • Quali misure introduce il nuovo Decreto Rilancio per Coronavirus?
  • E’ stato prorogato il Bonus dei 600 euro per i mesi di Aprile e Maggio in occasione del Covid-19?
  • A chi spetta e come fare per richiedere il Reddito di Emergenza introdotto nel Decreto Rilancio?
  • C’è la possibilità di un indennizzo a fondo perduto per chi ha avuto un calo del proprio fatturato?
  • E’ stata varata una proroga per gli avvisi bonari e le cartelle esattoriali?

Ecco le risposte della dottoressa Silvia Muzi, che a Roma e a Milano offre assistenza fiscale gratuita ai soci del Nuovo IMAIE.

Come molti artisti soci del Nuovo IMAIE avranno appreso è stato approvato il DL Rilancio.

Questo nuovo Decreto Legge prevede alcune misure nuove ed altre sono una proroga di quelle già emanate a Marzo. In particolare possiamo vedere i punti salienti che possono interessare il settore artistico e tutti i lavoratori dello spettacolo, ma ancor più in generale, i soci del Nuovo IMAIE.

Il DL rilancio prevede la proroga del bonus dei 600 euro anche per i mesi di competenza di Aprile e di Maggio. Ad oggi le linee guida rispetto alla riproposizione di una domanda non sono esaustivamente note, sembrerebbe che per tutti coloro che hanno già presentato la domanda per il mese di Marzo non sia necessario re-inoltrare una nuova domanda. Per quanto riguarda in particolar modo i lavoratori dello spettacolo l’accesso al Bonus prevede che nell’anno 2019 si siano versate almeno trenta contributi giornalieri per coloro che hanno avuto un imponibile fatturato fino a 50.000 euro, nell’anno 2019, e almeno sette contributi giornalieri per i lavoratori dello spettacolo che hanno fatturato fino a 35.000 euro, sempre nell’anno 2019. Siamo appunto in attesa di capire se sia sufficiente aver presentato la domanda nel mese di Marzo per non doverla riproporre, o diversamente se l’INPS emanerà a tal proposito nuove linee guida. In ogni caso resta fermo che ci sono delle modalità di accesso estremamente facilitate così come già accaduto nel mese di Marzo. Pertanto coloro che non sono ad oggi i titolari di un pin dispositivo per poter interloquire con l’Istituto di Previdenza possono facilmente accedere al sito richiederlo, lo dovrebbero ricevere direttamente per sms sul loro cellulare e a quel punto possono incontrare la domanda. E’ bene precisare che le modalità di erogazione non sono assolutamente certe, con questo intendo dire che tutti coloro che hanno già presentato la domanda per il mese di Marzo o hanno già ricevuto il bonus o potrebbero addirittura ancora riceverlo nei prossimi giorni. Pertanto lo stesso iter tempistico sarà seguito per tutti coloro che presenteranno la domanda per la competenza dei mesi di Aprile e di Maggio 2020.

Un’altra misura importante che può interessare sempre i soci del Nuovo IMAIE può essere quella della richiesta di un Reddito di Emergenza; molti di voi infatti spesso hanno chiamato, si sono messi in contatto con il nostro studio oltre che con il Nuovo IMAIE lamentando di non aver avuto possibilità di accesso ad alcuna misura per quanto riguardava il precedente decreto, invece il Decreto Rilancio prevede la possibilità di accesso appunto ad un Reddito di Emergenza per tutti coloro in sostanza che non erano titolari di una partita IVA, di una dichiarazione dei redditi, di un rapporto di collaborazione, di una pensione o di una qualsiasi altra forma di sostegno da un punto di vista reddituale. Per richiedere il Reddito di Emergenza è importante avere un ISEE al di sotto dei 15.000 euro e un patrimonio immobiliare che sia inferiore a 10.000 euro con un aumento di 5.000 euro per ogni componente del nucleo familiare.

Un altro importante articolo del Decreto Rilancio riguarda la possibilità di indennizzo a fondo perduto per tutti coloro che nei mesi di Aprile 2020 hanno avuto un calo del proprio fatturato, quindi con partita IVA, pari ad un terzo in meno rispetto al mese di Aprile 2019. Questo tipo di domanda dovrà essere presentata per via telematica all’Agenzia delle Entrate a mezzo di un intermediario abilitato quindi pertanto con uno studio commercialista o qualsiasi intermediario abilitato o un CAF. Questo indennizzo a fondo perduto prevede la possibilità di ottenere da parte dello stato il 20% della differenza sul mancato reddito tra il 2020 e il 2019 per coloro che nell’anno 2019 non hanno fatturato più di 400.000 euro; le percentuali si abbassano per importi superiori fino ad arrivare a un 10%. Comunque questa è un altra misura che tra poco sarà possibile diciamo porre in essere e ottenere quindi un contributo sui mancati guadagni.

Se ricorderete avevamo detto la scorsa volta che a Marzo erano stati dimenticati nel blocco dei versamenti fiscali e previdenziali gli avvisi bonari, erano state interrotte soltanto l’eventuali rateazioni relative alle cartelle esattoriali. In questo nuovo decreto il Legislatore invece ha inserito anche gli avvisi bonari. Un’altra novità importante è che i mancati versamenti per avvisi bonari, cartelle esattoriali e ogni altro tributo che era in scadenza nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio è stato posticipato dal 30 Giugno al 16 Settembre con possibilità di rateazione anche fino a cinque rate. Le condizioni di accesso alla sospensione di questi versamenti, o meglio appunto al loro slittamento a partire dal 16 Settembre 2020 è che vi sia stata una diminuzione del fatturato pari al 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il DL Rilancio ha trovato modo anche di dare un input a quello che siano i temi di sostenibilità e in questo caso stiamo parlando dell’eco-bonus, è previsto infatti nel testo la possibilità di fruire del 110% di detrazione su eventuali spese di ristrutturazione volte al risparmio energetico. C’è anche la possibilità di avere una detrazione fiscale per tutti coloro che acquisteranno una bicicletta, un monopattino, una bicicletta con pedalata assistita per una percentuale che dovrebbe aggirarsi intorno al 70%, dovrebbe perché in questa percentuale in un primo momento doveva essere il 60 ora dovrebbe essere il 70% fino ad un importo massimo per il veicolo acquistato pari a 500 euro. Questa facilitazione sarà fruibile nella dichiarazione dei redditi 2021 relativa all’anno 2020.

In tema di dichiarazioni dei redditi, ad oggi, non è ancora prevista alcuna proroga per la redazione e dei relativi versamenti pertanto come avevamo già espresso annunciato a i soci del Nuovo IMAIE ad oggi i termini per il pagamento delle imposte da modello unico e da 730 sono ancora fissati al 30 Giugno con possibilità di slittamento a Luglio con una sovrattassa dello 0,4%.

Dichiarazione redditi 2020 - Proroga scadenza Coronavirus Reddito di Emergenza - Requisiti, a chi spetta e come fare domanda

Ultime News

Pagamento contributo provini

Desideriamo scusarci con i nostri soci e mandanti per alcuni ritardi che si sono verificati nel pagamento del “contributo provini” e fornire alcune indicazioni e azioni che abbiamo messo in atto a proposito.

Le cause del ritardo sono imputabili anzitutto alla grandissima adesione da parte dei nostri associati a questa iniziativa, ma anche al sommarsi delle intense attività straordinarie portate avanti dal NUOVO IMAIE, fra il mese di marzo e quello di agosto, che hanno consentito la distribuzione di oltre 40 milioni di euro ai nostri soci e mandanti in un momento particolarmente delicato per la nostra categoria.

Tra queste attività ricordiamo le 2 ripartizioni semestrali previste per gli artisti del settore musica e per quelli del settore audiovisivo (maggio/giugno e agosto/settembre), il Fondo di Emergenza Covid (marzo/aprile), il Fondo di Sostegno Covid (giugno/luglio) e Fondo MIBACT per il Covid (Agosto/Luglio).

Non volendo lasciare nessuno indietro e consapevoli di godere della vostra fiducia e apprezzamento, desideriamo comunicarvi il programma di gestione del contributo provini che abbiamo studiato per evadere nel più breve tempo possibile le richieste arretrate e normalizzare la gestione delle nuove richieste:

  1. Domande di rimborso presentate dal 1 giugno 2020 al 4 ottobre 2020

Abbiamo rafforzato lo staff di personale dedicato al contributo provini inserendo 3 ulteriori  risorse che si dedicheranno esclusivamente a smaltire le domande arretrate. Entro il 20 ottobre 2020 contiamo quindi di aver normalizzato i flussi riportando a regime l’attività.

2. Domande di rimborso presentate dal 5 ottobre 2020 in poi

A partire dal 5 ottobre, sarà disponibile sul Portale Artisti del nostro sito internet una nuova sezione dove poter compilare direttamente online e in modo ancora più semplice la domanda di contributo provino. Effettuati i controlli formali della domanda, verranno generate le ricevute per il pagamento per essere trasmesse contemporaneamente al socio ed inserite nel flusso contabile dei bonifici da effettuare, garantendo i tempi previsti di massimo 60 giorni. Stiamo ultimando questa sezione online e, appena pronta, pubblicheremo sul sito e sui nostri canali social tutte le informazioni e i video tutorial utili alla compilazione della domanda online.

Infine, verrà proposto all’assemblea di approvare una speciale deroga alle condizioni di rimborso che preveda nei casi eccezionali in cui non è possibile fornire una prova dell’avvenuta convocazione da parte del casting e/o produttore (soprattutto nei casi in cui la richiesta di integrazione della documentazione mancante avvenisse tardivamente da parte dell’istituto) che consenta agli artisti di autodichiarare, ai sensi della L. 445/00, l’avvenuta convocazione. In tal caso l’artista sarà personalmente responsabile delle dichiarazioni false e mendaci assumendosi ogni responsabilità eventualmente conseguente, di natura civile e penale, oltre all’obbligo di restituzione delle somme indebitamente corrisposte anche per il tramite del recupero dai diritti individuali.

VI chiediamo di avere ancora un poco di pazienza ma al contempo desideriamo assicurarvi che nessuna istanza sarà trascurata; stiamo lavorando alacremente per riportare la situazione alla normalità nel giro di un mese, al fine di garantire il pagamento nei tempi sopra indicati.    

IMPORTANTE!: Chiediamo a tutti gli artisti uno sforzo particolare di attenzione nell’invio corretto della documentazione, seguendo con precisione tutte le indicazioni contenute nel documento TERMINI E CONDIZIONI CONTRIBUTO PROVINI. Questo permetterà agli uffici di lavorare molto più velocemente le richieste di contributo che, spesso a causa della mancata trasmissione di tutta la documentazione necessaria per il pagamento, impongono un aumento di lavoro e rallentano di molto il processo di erogazione del contributo.

Comprendiamo bene le numerose difficoltà che gli artisti stanno incontrando nel tornare a svolgere il proprio lavoro, e proprio per questo, grazie anche al contributo per i provini, desideriamo fare del nostro meglio affinché questo piccolo aiuto venga erogato per voi dal NUOVO IMAIE nei modi e nei tempi migliori.

News 17 Settembre 2020 LEGGI TUTTO

Bando Promozione Progetti Discografici 2019: Comunicazioni Urgenti

Abbiamo inviato a tutti i soggetti accreditati alcune comunicazioni urgenti a proposito del bando per la promozione dei progetti discografici 2019.

Il bando e tutte le informazioni in merito sono disponibili in una pagina dedicata all'interno del sito web del NUOVO IMAIE.

News 9 Settembre 2020 LEGGI TUTTO

Bando Promozione Premi e Concorsi Musica 2020

È online il Bando NUOVO IMAIE Promozione Premi e Concorsi 2020 del settore Musica. Il fondo stanziato per questo nuovo bando è di 500.000,00 euro.

Il Premio/Concorso per il quale verrà richiesto il contributo dovrà essere realizzato fra il 7 luglio 2020 ed entro e non oltre il 31 dicembre 2021.

Le domande possono essere inviate a bandimusica@pec.nuovoimaie.it dall'8 settembre fino alle ore 24.00 dell'8 ottobre 2020.

Entro il prossimo 8 ottobre sul sito del NUOVO IMAIE sarà indicato il termine entro il quale verrà pubblicata la graduatoria provvisoria dei beneficiari del contributo.

Leggi il Bando Promozione Premi e Concorsi 2020

News 7 Settembre 2020 LEGGI TUTTO

Compensi Audiovisivo: al via la prima ripartizione 2020

Abbiamo inviato a tutti gli artisti iscritti al NUOVOIMAIE le comunicazioni sui compensi per il settore audiovisivo della ripartizione 2020.

Per accedere alla documentazione relativa al dettaglio compensi e compilare online i documenti fiscali (fattura regime dei minimi o ricevuta), nonché consultare le avvertenze relative alla ripartizione, è necessario accedere al  Portale artisti.

Gli artisti che ancora non sono iscritti al Portale possono registrarsi in qualsiasi momento. In ogni caso riceveranno in queste ore una comunicazione con il dettaglio compensi e il fac-simile della fattura o della ricevuta da emettere per la riscossione del compenso.

Ecco le utilizzazioni poste in ripartizione:

  • Copia Privata Video 2018
  • Equo Compenso ex art. 84 L.d.A. RAI emittenti tematiche per il 2018
  • Equo Compenso ex art. 84 L.d.A. RTI emittenti tematiche per il 2018
  • Equo Compenso ex art. 84 L.d.A. LA7 e LA7D per il 2018
  • Equo Compenso ex art. 84 L.d.A. altre emittenti, tra cui satellitari e online 2018 (SKY, FOX, DISNEY, TIM, ITUNES e altre)
  • Home Video 2018
  • Compensi maturati all’estero, incassati dalle collecting straniere con le quali l’Istituto ha stipulato un accordo di rappresentanza

Consulta il Calendario Ripartizioni Audiovisivo 2019 - 2020

News 31 Agosto 2020 LEGGI TUTTO