News 08 Luglio 2020 Back

Verso le elezioni 2021

Share

L’Assemblea dei Delegati, riunitasi lo scorso 10 giugno, ha deciso di avviare il percorso elettorale affinché nel prossimo maggio 2021 possano svolgersi le elezioni degli organi del Nuovo IMAIE.

Nel prossimo autunno, sarà pubblicato un nuovo Regolamento elettorale che scadenzerà le tempistiche per la presentazione delle liste elettorali e indicherà le modalità di voto.

Le elezioni si sarebbero dovute svolgere nel 2022: come mai vengono anticipate?

Questo avviene come conseguenza dell’Ordinanza del 22 aprile 2020 del Tribunale Civile di Roma che ha individuato un vizio nelle elezioni del 2018 connesso al sistema di voto postale.

Ecco testualmente cosa riporta l’ordinanza:

– il “Regolamento elettorale del Nuovo IMAIE (…) ha dato luogo in concreto ad un’assoluta confusione in ordine alle buste elettorali pervenute per corrispondenza e alle relative operazioni di scrutinio (…)”. Il “sistema della posta prioritaria 1Pro (Postel – Poste Italiane) si è rivelato inidoneo a indicare con certezza la data di spedizione e la data di arrivo” etale situazione crea un’assoluta incertezza sull’esito delle elezioni (….) risultando viziato l’intero procedimento elettorale”,

– conseguentemente, la delibera di proclamazione degli eletti del 3 agosto 2018 deve essere “sospesa”;

– dal provvedimento di sospensione della delibera di proclamazione degli eletti, l’Istituto non ricava “alcun danno risultando comunque in carica il precedente organo (cioè gli organi ante elezioni) “ed attesa anche la possibilità di attivazione dei meccanismi statutari per la sua valida sostituzione” (cioè avviare il percorso elettorale).

Ma perché il Tribunale ha dovuto emettere questa Ordinanza?

Perché le elezioni del 2018, erano state oggetto di contestazioni per evidenti disguidi dovuti al sistema elettorale (voti inviati per posta) che era stato adottato (così come ricorda anche l’Ordinanza) e che avevano portato a ben due scrutini, il primo del 26 giugno 2018, il secondo il 3 agosto dello stesso anno.

Ma perché due scrutini?

Perché dopo il primo scrutinio (che nell’audiovisivo aveva proclamato vincitrice la lista 2) e dopo la delibera del CdA del 17 luglio 2018, è accaduto che Postel ha consegnato uno scatolone contenente varie buste elettorali che erano giunte presso l’urna elettorale (sita in Fiumicino) in tempo per poter essere scrutinate (alcune buste addirittura giunte con un mese di anticipo rispetto al termine ultimo) ma che per errore non erano state da Postel inviate in tempo per lo scrutinio.

Constatato l’errore di Postel (che poteva pregiudicare l’esito del voto) il Presidente del Nuovo IMAIE e il Presidente della Commissione elettorale, a tutela dell’Istituto, hanno presentato istanza alla Commissione Ricorsi per chiedere se si dovessero scrutinare nuovamente le schede che recavano il timbro di attestazione della loro ricezione presso la casella postale (urna elettorale) nei termini previsti dal Regolamento elettorale. Anche i rappresentanti delle liste 1, 3, 4 e 5 del settore audiovisivo e alcuni esponenti delle stesse liste, hanno presentato separata istanza chiedendo che, considerato completamente inattendibile il sistema di voto postale, venissero rifatte le elezioni, o, in subordine, venissero scrutinate tutte le buste elettorali recapitate da Postel il 18 luglio 2018.

Con provvedimento del 2 agosto 2018 la Commissione Ricorsi, accogliendo entrambi i ricorsi, ha deciso di far scrutinare tutte le schede pervenute il 18 luglio e anche quelle giunte successivamente, non potendo determinare con certezza la data in cui esse erano arrivate nella casella postale. Quindi, in attuazione della decisione della Commissione ricorsi, il 3 agosto 2018 si è svolto lo scrutinio definitivo, che ha capovolto il risultato elettorale dell’audiovisivo, proclamando vincitrice (per due voti) la lista 1.

Cos’è accaduto in seguito?

Con citazione del dicembre 2018 e con successivo ricorso cautelare dell’aprile 2019, quindici componenti o sostenitori della lista 2 hanno deciso di rivolgersi al Tribunale con la richiesta di annullare la delibera di proclamazione degli eletti del 3 agosto 2018 e di confermare la delibera del 17 luglio 2018.

Qual è stato il motivo del ricorso?

Secondo i ricorrenti tra il 17 luglio 2018 e il 3 agosto 2018, sarebbero state commesse delle irregolarità: con particolare riguardo allo scrutinio delle buste elettorali consegnate da Postel in data 18 luglio 2018, conseguente al provvedimento della Commissione Ricorsi.

Nuovo IMAIE, costituitosi in giudizio, ha affermato di non aver commesso alcuna irregolarità e che se problemi si sono riscontrati nelle elezioni 2018, essi sono da addebitarsi al sistema elettorale del voto per posta, previsto nel Regolamento elettorale (così come votato dalla Assemblea dei delegati nel dicembre 2017).

Insomma, cosa ha accertato il Tribunale?

Il Tribunale ha contestato delle anomalie nel processo elettorale individuandole unicamente nel sistema di voto per posta che non è stato in grado di fornire alcuna certezza in ordine alla trasmissione della scheda elettorale, con la conseguenza che “l’intero procedimento elettorale risulta viziato. Queste le sole ragioni per cui il Tribunale ha accolto la richiesta di sospensione della delibera del 3 agosto.

E poi cos’è successo?

A questo punto (e siamo al giugno 2020) undici dei quindici originari ricorrenti hanno deciso di abbandonare definitivamente la causa. E ciò per due ragioni:

  1. anzitutto, perché, come detto, il Nuovo IMAIE ha deciso di avviare un nuovo percorso elettorale, al fine di poter svolgere le elezioni entro il maggio 2021 coerentemente alle indicazioni del Tribunale;
  2. in secondo luogo perché il Tribunale ha accertato, con il proprio decreto, che l’intero procedimento elettorale 2018 è risultato – anche a causa delle carenze del relativo Regolamento, con un voto postale senza tracciatura – radicalmente invalido, e, in tal modo, ha sostanzialmente anticipato che la futura sentenza non potrà affermare il successo né dell’una né dell’altra lista, ma solo confermare la necessità delle nuove elezioni, per tale motivo già programmate dal Consiglio reggente.

Con questo resoconto, confidiamo di aver chiarito le ragioni che hanno indotto l’Assemblea dei Delegati ad avviare il percorso elettorale.

Il Direttore del Doppiaggio: la professione e i suoi diritti Fondo Sostegno Artisti NUOVO IMAIE 2020: i prossimi passi

Ultime News

Claudia Gerini madrina del NUOVOIMAIE TALENT AWARD 2020

Claudia Gerini sarà la madrina del NUOVO IMAIE Talent Award 2020, premio collaterale della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che il NUOVO IMAIE, insieme al Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) e al Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI), assegnerà a Venezia il 10 settembre a due giovani artisti selezionati tra gli interpreti dei film in concorso e non.

Nel 2019 i due i vincitori del premio sono stati Vriginia Apicella e Claudio Segaluscio.

(Foto di Piergiorgio Pirrone)

Guarda il VIDEO Reportage del Premio NUOVO IMAIE TALENT AWARD 2019

News 7 Agosto 2020 LEGGI TUTTO

Le Parole Non Servono

Grazie all’ideatore Giovanni Bufalini e a tutti gli artisti che hanno partecipato alla realizzazione di questo video, affettuoso omaggio al lavoro che il NUOVO IMAIE svolge ogni giorno al fianco degli Artisti.

News 3 Agosto 2020 LEGGI TUTTO

Workshop per attori di Michael Margotta

Dal 10 al 21 settembre 2020, L’Associazione Culturale InArte, con il sostegno di NUOVO IMAIE, inaugura il Corso di Alta Formazione di Michael Margotta, rivolto a 20 attori del NUOVO IMAIE presso la Residenza La Chiara Di Prumiano in Toscana.

Dodici giorni di full immersion nelle campagne del Chianti, per permettere a 20 attori/attrici di vivere pienamente l’esperienza del metodo sviluppato e portato da anni da Michael Margotta (membro a vita Actor’s Studios New York e Los Angeles) in Italia e nel mondo. Giorni intensivi di approfondimento per attori professionisti, per offrire loro nuovi punti di vista, nuove tecniche di recitazione e di approccio al lavoro.

IL CORSO, della durata di 100 ore, sarà completamente gratuito ed è realizzato con il contributo di NUOVO IMAIE (ART. 7 L. 93/92). Gli attori/attrici selezionati non sosterranno alcun costo, né per il workshop, né per il vitto e l’alloggio.

Per partecipare alla selezione del Workshop, invia dal 5 ed entro il 25 agosto un’email all’indirizzo pierpaolo.lovino@yahoo.it allegando:

  • Curriculum vitae
  • Una foto primo piano e una figura intera
  • Showreel
  • Breve lettera motivazionale

Gli attori selezionati dovranno garantire la loro presenza per tutta la durata del corso.

Lo svolgimento del workshop nonché la struttura ospitante si atterranno alle normative anti-Covid previste per legge.

News 31 Luglio 2020 LEGGI TUTTO

Fondo Sostegno Artisti NUOVO IMAIE 2020: stabiliti criteri e tempi di pagamento

Sono stati stabiliti i criteri e i tempi di pagamento del Fondo Sostegno Artisti NUOVO IMAIE 2020 dall'Assemblea dei Delegati e dal Consiglio di Amministrazione.

Il Presidente Andrea Micciché spiega in un video i dati, i criteri e i tempi di pagamento del fondo.

Per quanto riguarda le modalità di pagamento, dato il grande numero di domande, si è deciso di seguire il seguente calendario:

  • Entro venerdì 17 luglio 2020 gli artisti che hanno fatto domanda al Fondo Sostegno riceveranno una e-mail inviata dal NUOVO IMAIE con l'esito della domanda, l'importo esatto che gli è stato attribuito e l'IBAN sul quale verrà effettuato il pagamento.
  • Dal 16 al 31 luglio 2020 saranno inviati i bonifici direttamente sui conti correnti bancari degli artisti.

Per tutti i dettagli sul Fondo Sostegno Artisti NUOVO IMAIE consulta la delibera con quanto deciso dall’Assemblea dei Delegati del NUOVO IMAIE nella seduta del 15 luglio 2020.

News 15 Luglio 2020 LEGGI TUTTO