News 25 Maggio 2022 Back

Lettera del NUOVO IMAIE ad UNITA

Share

Pubblichiamo la lettera che il Presidente del NUOVO IMAIE, Andrea Micciché, ha scritto al Direttivo di UNITA, per chiarire la posizione della nostra collecting in merito al pagamento dell’Equo Compenso per le opere audiovisive trasmesse in TV e via Streaming.

Chiarimenti necessari dopo la conferenza stampa del mese scorso alla Casa del Cinema di UNITA e Artisti 7607, alla quale era seguito un incontro, il 3 maggio scorso, proprio tra NUOVO IMAIE e UNITA.

– – –

Cari Artisti del Direttivo di UNITA,

volevo innanzi tutto ringraziarVi per l’opportunità che mi avete dato di poterVi chiarire quale sia la posizione di Nuovo IMAIE rispetto ai temi sollevati nella lettera aperta sottoscritta da Voi e da Artisti 7607.

A beneficio Vostro riepilogo i punti salienti di quanto da me sostenuto nel nostro incontro.

In primo luogo mi preme evidenziare che la affermazione secondo la quale in Italia viene pagato l’equo compenso più basso d’Europa non corrisponde al vero. 

In quasi tutti i paesi europei, infatti, l’equo compenso audiovisivo non viene pagato. 

Il diritto all’equo compenso dell’audiovisivo non esiste proprio.

E l’Italia, da questo punto di vista, costituisce una eccellenza: non viene pagato in Inghilterra, in Irlanda, nei paesi scandinavi, in quasi tutti i paesi del Nord Europa (salvo la Danimarca), in quasi tutti paesi dell’Est e l’equo compenso che viene pagato in Romania, in Svizzera e in Austria è immensamente più basso di quello che viene versato complessivamente dagli utilizzatori nel nostro Paese.

Per quanto concerne la Germania, la Francia e la Spagna (non anche il Portogallo dove l’equo compenso esiste, ma è sensibilmente più basso di quello che viene versato nel nostro Paese) c’è da dire che:

a)     quanto alla Francia, che l’equo compenso così come previsto nel nostro Paese non esiste e gli artisti dell’audiovisivo percepiscono un compenso per copia privata più o meno doppio rispetto al nostro (copia privata non equo compenso)  e un compenso ulteriore previsto nel contratto collettivo a vantaggio solamente di quegli artisti che partecipano in produzioni o coproduzioni francesi, con contratto sottoposto alla  disciplina giuridica di quel paese;

b)     quanto alla Germania che l’equo compenso è inferiore al nostro mentre è previsto il pagamento di copia privata video con un importo annuo mediamente 2,5 superiore rispetto a quello maturato dagli attori nel nostro Paese;

c)      quanto alla Spagna che effettivamente l’equo compenso è più importante rispetto al nostro (mentre la copia privata è più bassa). Ma ciò è dovuto a fattori contingenti: AISGE ha una tradizione più antica rispetto ai soggetti che operano in Italia e, aggiungo, agisce in regime di monopolio (solitamente in regime di monopolio i compensi intermediati sono superiori).

In secondo luogo non corrisponde al vero che le piattaforme non forniscano dati sufficientemente chiari alla identificazione degli aventi diritto. Collaboriamo da anni con le principali piattaforme del nostro Paese e, devo dire,  che la documentazione che ci forniscono  puntualmente ci consente di poter effettuare le ripartizioni dei diritti a vantaggio dei nostri associati due volte l’anno (per l’audiovisivo).

In terzo luogo non mi pare che corrisponde al vero che le piattaforme riconoscano una tariffa dello “zerovirgola”.

Il Nuovo IMAIE ha da anni pubblicate le proprie tariffe, che sono pari al 2% del fatturato incamerato dalla piattaforma (non lo zerovirgola), che naturalmente viene erogato in base all’utilizzo effettivo da parte dell’utente delle opere prese in considerazione e al “peso” o “rappresentatività” di Nuovo IMAIE. 

Un esempio.

Se in una piattaforma in un anno solare vengono diffuse dieci opere tutelate e dieci opere non tutelate e se l’incassato per canoni di abbonamento è pari a 100, la somma su cui operare la tariffa sarà 50. Una volta esaminate le 50 opere, se la rappresentatività di Nuovo IMAIE è pari all’80% degli artisti coinvolti la somma corrispondente all’applicazione della tariffa applicata su 50 subisce una decurtazione del 20% (rappresentando  Nuovo IMAIE solamente l’80% degli artisti interessati). Infine, se le opere tutelate appartengono a paesi su cui non vige il principio di reciprocità (ad esempio americane o se fossero cartoni animati) il calcolo del dovuto a Nuovo IMAIE è solamente il 25% di quanto risulterebbe essere se le opere fossero tutelate. 

Spero sia chiaro. E’ un lavoro complicato, ma noi lo facciamo puntualmente.

Devo solo aggiungere che, per quanto mi consti, Nuovo IMAIE è l’unica tra le collecting degli artisti che in Italia pubblica le proprie tariffe sul sito in adempimento al Decreto Legislativo n. 35/17, con la indicazione puntuale dal punto di vista “numerico”. Altri non lo fanno e si limitano a mere petizioni di principio che non sono la indicazione della tariffa, ovviamente. 

E’ sufficiente andare su Google e digitare “Nuovo Imaie tariffe audiovisivo” e controllare. O fare la stessa operazione con altri, e verificare.

Infine, e a prescindere dai tre rilievi critici di cui sopra, ribadisco che Nuovo IMAIE sarebbe ben disponibile (sono anni che lo sosteniamo) a costituire una banca dati unica con tutti gli intermediari del settore che faciliti l’individuazione degli artisti aventi diritto, indichi esattamente a quale collecting abbiano conferito mandato per periodo di competenza. Una tale banca dati unica faciliterebbe di certo il pagamento del dovuto da parte dei vari utilizzatori ed eviterebbe problemi nella ripartizione dei diritti. Sarei anche dell’avviso di creare un sistema di pagamento del diritto da parte degli utilizzatori molto più celere di quanto sia quello attuale, con una procedura di determinazione del pagamento molto più stringente di quanto oggi sia. Di questo e di molto altro non solo sarei disposto, ma mi piacerebbe parlare (discutendone anche pubblicamente) con tutti gli operatori del mercato, nella convinzione che solo con il dialogo costruttivo ed onesto si possa raggiungere l’obiettivo di aiutare gli artisti del nostro Paese.

Resto sempre a disposizione per un confronto e con l‘occasione invio un caro saluto.


Andrea Miccichè

Presidente Nuovo IMAIE

Modifica Regolamento Richiesta Patrocinio NUOVO IMAIE Assistenza Fiscale Gratuita per Artisti NUOVO IMAIE ❤️

Ultime News

Bando Promozione Progetti Discografici dal vivo: graduatoria sessione autunnale

Come già indicato nei termini e condizioni del Bando Promozione Progetti discografici in Esibizioni dal Vivo 2022-2023, abbiamo provveduto a pubblicare, nella pagina web del Bando, la graduatoria relativa alla sessione autunnale.

Puoi consultare la graduatoria anche qui 👉 https://www.nuovoimaie.it/wp-content/uploads/2022/09/Graduatoria-sessione-autunnale-sito-web.pdf

29 Settembre 2022 LEGGI TUTTO

Diritti Connessi: via all’accordo tra NUOVO IMAIE ed Evolution Collecting

Siglato l’accordo tra NUOVO IMAIE, leader italiano nella raccolta e ripartizione dei diritti connessi degli Artisti Interpreti ed Esecutori, ed Evolution Collecting, società anch’essa attiva nel mercato dei diritti connessi e che, a partire da quest’anno, intermedia anche quelli di Produttori di Fonogrammi.

L’intesa prevede che, fatta eccezione per i Diritti di Copia Privata, NUOVO IMAIE raccolga in tutto il mondo i compensi degli Artisti che hanno affidato ad Evolution il proprio mandato. Evolution provvederà, quindi, alla ripartizione ed ai pagamenti ai propri mandanti senza applicare alcun aggio.

L’accordo, finalizzato ad efficientare il pagamento dei compensi agli Artisti, non è di sola natura economica ma punta, inoltre, alla valorizzazione e tutela dei diritti degli Artisti Interpreti ed Esecutori, soprattutto Indipendenti, per l’utilizzazione delle loro Opere musicali registrate il cui compenso è suddiviso al 50% con i Produttori Fonografici così come previsto dalla Legge.

L’intesa tra le due collecting sancisce l’inizio di un percorso di collaborazione organica in un settore che sta conoscendo grandissime trasformazioni dal punto di vista economico e produttivo, e pertanto che necessita di un approccio adeguato e innovativo da parte degli organismi di gestione collettiva che sono chiamati a tutelare il lavoro degli interpreti.

News 28 Settembre 2022 LEGGI TUTTO

Roma Film Music Festival: sconto riservato per Artisti NUOVO IMAIE

La musica che ci accompagna in una giornata qualunque o nei momenti indimenticabili della vita: quella è la nostra colonna sonora. Una definizione che, non a caso, prendiamo in prestito dal cinema.

Così il Roma Film Music Festival ( www.romafmf.com ) con 4 appuntamenti dal 29 settembre al 2 ottobre intende celebrare quelle musiche che spesso escono dal grande schermo.

NUOVO IMAIE, partner dell’iniziativa, ha voluto riservare uno sconto speciale per i suoi Artisti 👉 https://www.ticketone.it/event/orchestra-italiana-del-cinema-il-grande-cinema-italiano-in-concerto-auditorium-conciliazione-15600261/

Selezionare la Promozione ‘NUOVO IMAIE 2022’ e inserire il codice ‘NUOVOIMAIEFMF20'

NUOVO IMAIE, sempre al fianco degli Artisti ❤️

28 Settembre 2022 LEGGI TUTTO

Festa del Cinema di Roma dal 13 al 23 ottobre: NUOVO IMAIE partner istituzionale

Presentata stamane all’Auditorium Parco della Musica di Roma la XVII edizione della Festa del Cinema, di cui il NUOVO IMAIE è partner istituzionale, che avrà luogo dal 13 al 23 ottobre prossimi.

E’ una festa per tutti in una delle poche città del Cinema Internazionale - ha detto Gian Luca Farinelli, Presidente della Fondazione Cinema per Roma - e vuole contribuire alla riscossa delle proiezioni in sala. Abbiamo fatto un grande lavoro in soli 5 mesi”.

L’edizione 2022 è la prima targata Paola Malanga: “Abbiamo cercato di dare colore a una Festa che respira l’aria del tempo, il presente, in cui sono ancora evidenti i segni della pandemia. In varie sezioni sarà questo il fil rouge declinato in vari modi - ha dichiarato la Direttrice Artistica -. Anche l’Ucraina sarà protagonista in diversi film realizzati prima del conflitto”.

Nella serata di apertura omaggio a James Ivory che riceverà il premio alla carriera. Tra gli omaggi anche quello del regista Gianluca Toccafondi a Luciano Pavarotti nel documentario La Stella.

Altre news nei prossimi giorni, stay tuned.

GUARDA LA FOTO GALLERY 👇

22 Settembre 2022 LEGGI TUTTO