Come ripartiamo i soldi degli artisti
Come da Regolamento di ripartizione, NUOVOIMAIE ripartisce i compensi come segue.
I compensi degli artisti del settore musicale vengono ripartiti tra i singoli aventi diritto garantendo ai singoli interpreti primari una quota doppia di quella garantita ai singoli interpreti comprimari, considerando a tal fine i componenti dei complessi musicali aventi diritto quali singoli interpreti primari.
I compensi degli artisti del settore audiovisivo vengono ripartiti tra i singoli interpreti aventi diritto garantendo ai singoli primari una quota doppia di quella spettante ai singoli comprimari.
Nel caso di opera comunitaria o di un paese che riconosca agli artisti italiani i medesimi diritti, è attribuita all’artista doppiatore una quota pari al 25% del compenso spettante all’attore doppiato, che quindi vede decurtato il proprio compenso di analoga quota; nel caso in cui il doppiaggio di un interprete sia stato effettuato da più doppiatori, la quota accantonata sarà divisa in parti uguali tra gli stessi.

Quando ripartiamo i soldi degli artisti
Il compensi vengono ripartiti semestralmente per ogni settore (audiovisivo e musicale) sulla base degli incassi e dei dati ottenuti dai produttori e dagli utilizzatori. Tali compensi possono essere erogati inizialmente sotto forma di anticipo e nei semestri successivi a saldo, a seconda di quanto viene effettivamente rendicontato e versato al NUOVOIMAIE dai produttori e dagli utilizzatori.

CALENDARIO PAGAMENTI DIRITTI MUSICA

1° semestre dell’anno > dal 30 giugno
2° semestre dell’anno > dal 31 dicembre
vedi dettaglio ripartizioni compensi musica

CALENDARIO PAGAMENTI DIRITTI AUDIOVISIVO

1° semestre dell’anno > dal 31 marzo
2° semestre dell’anno > dal 30 settembre
vedi dettaglio ripartizioni compensi audiovisivo

Come comunichiamo i soldi degli artisti
Per poter corrispondere i diritti agli artisti, NUOVOIMAIE deve attenersi alla vigente normativa fiscale e alle relative risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate.
Il diritto connesso, infatti, è configurato quale corrispettivo di una prestazione di servizio intesa come utilizzazione di una registrazione. Per poter riscuotere il compenso, l’artista deve emettere un documento contabile, fattura (con IVA e ritenuta di acconto), o ricevuta (con ritenuta di acconto) se non titolare di partita IVA. In caso di eredi è sufficiente l’emissione di una ricevuta, dopo aver presentato idonea documentazione relativa all’eredità. Per l’artista residente al di fuori dell’Italia vige la legislazione fiscale di merito e le convenzioni in vigore per evitare la doppia imposizione.

NUOVOIMAIE comunica il compenso inviando i fac simili di documento contabile da emettere unitamente al “dettaglio compensi” che riporta analiticamente tutte le informazioni in possesso del NUOVOIMAIE che hanno determinato l’ammontare degli importi e un promemoria definito “avvertenze” che riporta tutte le informazioni utili, anche al pagamento.

I soci e i mandanti del NUOVOIMAIE iscritti al portale possono utilizzarlo anche per scaricare il documento contabile.

La percentuale che NUOVOIMAIE utilizza dai compensi per poter svolgere la sua attività (aggio o spese di gestione) viene quantificata annualmente e trattenuta all’atto dell’incasso dei diritti. Oggi tale percentuale ammonta al 15% ed è l’unica quota che l’Istituto trattiene.

L’iscrizione, il portale e l’attività internazionale sono infatti gratuiti.