News 12 Febbraio 2020 Back

Sanremo: presentata la Ricerca NUOVOIMAIE sull’impiego delle interpreti femminili nel Music Business

Share

Donne e musica, un divario ancora enorme. Lo dimostrano i dati della ricerca analitica sulla presenza e compensation delle interpreti femminili nel music business, dal 1947 a oggi. Lo studio, presentato a Sanremo dal NUOVOIMAIE e basato sul repertorio completo di opere registrate e pubblicate, prende in considerazione 765.789 registrazioni musicali in 116 Paesi soffermandosi in modo puntuale sul numero di ruoli da artisti primari e comprimari, analizzati per Paese, fascia di età e sesso nonché il volume economico generato dall’utilizzo delle opere.

La fonte sono i database della collecting pubblicati sul sito nella sezione Rendiconti e repertori. In generale, i ruoli da comprimari femminili sono 93.872 (9,46%) contro gli 898.938 (90,54%). Più o meno simile la differenza per gli incarichi da primari: le donne ne ricoprono 136.088 (7,44%) e gli uomini 1.692.000 (92,56%). In totale le parti maschili sono 2.590.938 (91.85%) a fronte dei 229.960 (8,15%) di quelle femminili.

Per quanto riguarda l’Italia tra i Paesi selezionati, è quello in cui la forbice tra ruoli occupati dalle donne e dagli uomini è, pur nell’assoluta sproporzione, meno accentuata se si considera il numero di artisti totali del campione pari a 389.219 registrazioni musicali. Nel dettaglio, nel nostro Paese, si segnalano 56.618 incarichi da comprimari per le donne, con una percentuale pari al 9,42%, a fronte dei 544.694 degli uomini per cui la percentuale sale al 90,58%. Sono, invece, 71.105 (8,32%) i ruoli da primari per le donne e 783.539 (91,68%) per gli uomini su un campione di 389.219 registrazioni musicali.

Nella fascia d’età fino a 17 anni i ruoli da comprimari femminili sono stati 662 (19,50%) contro i 2.733 maschili (80,50%), i primari 2.149 (10,93%) e 17.510 (89,07%). La forbice donna-uomo per i primari comincia a divaricarsi ancor più dai 18 ai 34 anni per raggiungere dimensioni sempre più significative dai 35 ai 54 anni in cui ad esempio la fascia di sproporzione tra uomini e donne è del 93,55% contro il solo 6,45%. Infelice anche il quadro che riguarda i comprimari in maniera davvero accentuata a partire dai 55 anni e fino ai 67 in cui i ruoli delle donne sono il 5,13% e quelli degli uomini il 94,87%. Dopo i 67 anni si passa al 7,74% di donne comprimarie contro il 92,26% degli uomini e al 6,83% dei primari al femminile e i 93,17% al maschile.

In un quadro di così marcata e schiacciante superiorità del ruolo maschile su quello femminile nel mondo della musica, risulta ancora più sorprendente quanto la ricerca illustra in termini di consenso e interesse da parte del mercato che, colpo di scena, premia proprio le donne nonostante la loro difficoltà ad accedervi.

L’analisi riguarda le ripartizioni effettuate dal NUOVOIMAIE che derivano dai diritti connessi allo sfruttamento delle opere da parte di radio, tv, streaming, locali pubblici, supporti audio ecc. La ricerca in questo caso ha analizzato la situazione in Italia di artisti appartenenti a 179 paesi per un totale di 149.905 musicisti e un complessivo numero di diritti ripartiti pari a 117.858.153 Euro.

I dati economici anche in questo caso parlano chiaro: a livello generale si evidenzia che da un solo 7,44% di ruoli primari interpretati da donne il valore economico generato è più che doppio, pari al 16,78% e sulla fascia d’età che premia le donne, ovvero 18-34 anni, addirittura si passa al 32,06%. In valore assoluto non è sbagliato affermare che la musica femminile incontra di fatto i gusti del mercato più di quella maschile, con una efficacia superiore anche nelle stesse performance del music business.

Sanremo: Tecla ha vinto il Premio Enzo Jannacci 2020 Premio Enzo Jannacci 2020

Ultime News

Bando promozione progetti discografici 2019: pubblicato l’elenco provvisorio accreditati sessione estiva

E' stato pubblicato ed è consultabile online l'elenco provvisorio accreditati sessione estiva del bando progetti discografici 2019.

News 31 Marzo 2020 LEGGI TUTTO

Faq Fondo Speciale Artisti NUOVOIMAIE

Per aiutare gli artisti soci del NUOVOIMAIE ad avere tutte le informazioni necessarie alla presentazione della domanda al Fondo Speciale, abbiamo raccolto le risposte alle domande più frequenti.

1) Cos’è il Fondo Speciale NUOVOIMAIE?

È un Fondo Speciale creato dal NUOVOIMAIE per sostenere gli Artisti che, in questo momento di emergenza che ha coinvolto tutto il nostro Paese, si sono visti disdire e annullare eventi e attività lavorative; il Fondo Speciale NUOVOIMAIE non va confuso con le misure contenute nel decreto Legge Cura Italia, sono due iniziative differenti, separate e cumulabili.

2) A quanto ammonterà il Fondo Speciale e da dove proviene?

La somma a disposizione sarà stabilita dall’Assemblea dei Delegati, presumibilmente il 30 aprile prossimo, dopo aver esaminato le istanze pervenute e sarà compresa fra i 5 e 7,5 milioni di euro, ricavati dai fondi dell’Art. 7 L. 93/92.

3) Chi può presentare la domanda per accedere al Fondo Speciale?

Possono fare domanda tutti i Soci e/o Mandanti diretti del NUOVOIMAIE, residenti in Italia, aventi diritto, che hanno presentato domanda di iscrizione o conferimento di mandato entro il 4 marzo 2020. Tale decisione è conseguenza del fatto che la somma messa a disposizione proviene dai compensi maturati dai Soci e /o Mandanti in data 4 marzo.

4) Se ho fatto il passaggio da un'altra collecting al NUOVOIMAIE entro il 4 marzo 2020, posso fare domanda per il Fondo Speciale anche se i miei compensi vengono ancora temporaneamente gestiti dalla vecchia collecting?

Sì è possibile fare domanda per il Fondo Speciale. Dal momento in cui ti iscrivi e conferisci mandato diretto al NUOVOIMAIE acquisisci tutti i benefici di socio e/o mandante del NUOVOIMAIE, indipendentemente dalla temporanea gestione dei tuoi diritti da parte della tua vecchia collecting.

5) Chi sono i mandanti diretti?

I mandanti diretti sono gli Artisti che hanno conferito mandato direttamente al NUOVOIMAIE senza l’intermediazione di organismi terzi, diversamente dai mandanti indiretti che NUOVOIMAIE ha acquisito attraverso Società estere omologhe.

6) Chi sono gli aventi diritto?

Gli artisti che hanno interpretato o eseguito almeno un’opera audiovisiva o musicale in qualità di primario o comprimario.

7) Quali tipi di attività saranno prese in considerazione per gli aiuti del Fondo Speciale?

• se Audiovisive: spettacoli teatrali, produzioni cinematografiche e/o di fiction, docenze di recitazione presso scuole private o pubbliche e/o spettacoli radiofonici e/o televisivi in cui il socio e/o mandante avrebbe dovuto partecipare per rendere prestazione artistica di carattere recitativo, turni di doppiaggio;
• se Musicali: concerti e/o spettacoli musicali dal vivo, corsi di musica presso docenze private o pubbliche e/o spettacoli radiofonici e/o televisivi in cui il socio e/o mandante avrebbe dovuto partecipare per rendere prestazione artistica di carattere canoro-musicale.
• Si prendono in considerazione gli eventi lavorativi annullati a partire dal 1 febbraio al 30 giugno.

8) Possono essere inseriti concerti che avrebbero dovuto essere svolti all'estero?

Sì, è previsto, se si è residenti in Italia. Altrimenti non è possibile fare domanda al Fondo.

9) L’evento è stato sospeso e non si sa quando riprenderà. Per ora sono saltate un numero X di date ma credo che ne salteranno molte di più. Come procedo? Non so ora quante altre date mi salteranno.

La domanda può restare aperta fino al 23 aprile 2020 dopodiché dev'essere chiusa, e quindi inviata, con la situazione aggiornata a quel momento. Esempio: se ho date programmate fino al 30 giugno e oggi 23 aprile ho notizia di date cancellate fino al 20 maggio, devo inserire il numero di date perse fino al 20 maggio. Se dopo il 23 aprile saranno cancellate anche quelle dal 21 maggio in poi, queste ultime non potranno essere prese in considerazione.

10) Ho un contratto che prevede la retribuzione di ogni giornata di prove, oltre che delle repliche in teatro. Nel totale delle giornate lavorative perse devo inserire anche quelle delle prove?

Sì, sono da considerare lavorative anche le giornate di prova se retribuite. Di conseguenza, sono da inserire nel conteggio delle date cancellate.

11) Sono un delegato/domiciliatario: posso fare la richiesta al posto di un artista?

No. Essendo una domanda che si basa su un’autocertificazione, è necessariamente l’artista che ha perso le giornate di lavoro a dover fare domanda.

12) Sono un delegato/domiciliatario ma sono anche io un artista: posso inviare la domanda attraverso il Portale Artisti?

No, in questo caso è prevista una procedura assistita, avendo un accesso al portale come delegato di uno o più artisti. Occorre inviare una e-mail a heplcovid19@nuovoimaie.it per richiedere l'inserimento della domanda.

13) Quando si può presentare la domanda per il Fondo Speciale?

A partire dal 23 marzo 2020, con termine ultimo il 23 aprile 2020.

14) Come presentare la domanda per il Fondo Speciale?

Attraverso il Portale Artisti sulla homepage del sito web www.nuovoimaie.it; è importante registrarsi previamente al Portale Artisti.

15) Quali documenti si devono presentare per accedere al Fondo Speciale?

Sarà necessario presentare al momento della domanda:
• Reddito di lavoro (Mod. 730 o Unico) in riferimento all’anno di competenza 2018 (dichiarazione dei redditi 2019);
• Autodichiarazione che attesti l’eventuale numero di figli a carico del richiedente;
• Numero e genere di eventi lavorativi a cui il richiedente abbia dovuto rinunciare nel periodo compreso fra il 1 febbraio 2020 e il 30 giugno 2020, da dimostrare attraverso documentazione idonea a comprovare l’esistenza del rapporto contrattuale (ad esempio contratto, busta paga, lettera di impegno), oppure un’autodichiarazione del produttore e/o del datore di lavoro, o, in ultima analisi, un’autodichiarazione dell’istante con ogni possibile ed eventuale elemento documentale a supporto, ma con l’avvertenza che la dichiarazione mendace sarà sanzionata sino alla esclusione dalla qualità di socio.

16) Gli screenshot di una conversazione WhatsApp con il datore di lavoro, la produzione o l’organizzazione di uno spettacolo/concerto sono validi per documentare l’annullamento di una data?

Sì. Ogni artista è invitato a fornire ogni elemento che possa avvalorare il danno subito per l’annullamento di impegni professionali a causa dell’emergenza legata al diffondersi del Coronavirus, come ad esempio il contratto, una lettera di incarico o disdetta, una mail, la locandina dell’evento, un'autodichiarazione del datore di lavoro/organizzatore evento, ecc...

17) Come sarà calcolata l'indennità agli Artisti che avranno accesso al Fondo Speciale?

Sarà possibile presentare domanda indipendentemente da reddito di lavoro e figli a carico, tuttavia sarà formulata una graduatoria che terrà conto di tre condizioni:

• Reddito di lavoro pari o inferiore ai 25mila euro in riferimento all’anno di competenza 2018 (dichiarazione dei redditi 2019);
• Numero di figli a carico del richiedente;
• Genere di eventi lavorativi a cui il richiedente abbia dovuto rinunciare nel periodo compreso fra il 1 febbraio 2020 e il 30 giugno 2020.

18) Dove posso trovare il mio reddito nella dichiarazione dei redditi?

Se hai presentato la dichiarazione dei redditi nel 2019 relativa al 2018 con il Modello 730 (valido per i pensionati e i lavoratori dipendenti) il tuo reddito complessivo lordo da lavoro è indicato nel quadro C sezione 1 (vedi istruzioni pag. 28 del Modello 730).
Se hai presentato la dichiarazione nel 2019 relativa al 2018 con il Modello Unico (valido per i lavoratori autonomi) il tuo reddito complessivo lordo da lavoro è indicato (vedi istruzioni Modello Unico fascicolo 3):

• Se hai il regime minimo/forfettario: Quadri LM del Modello Unico;
• Se hai la contabilità ordinaria: Quadro RE del Modello Unico.

19) Come considerare i figli a carico?

Possono essere considerati figli fisicamente a carico della famiglia tutti i
figli anche se non conviventi con il contribuente o residenti all’estero (compresi i figli adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito che hanno un reddito lordo complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

20) Ci saranno altre iniziative del NUOVOIMAIE per gli Artisti Interpreti Esecutori che non possono accedere al Fondo Speciale?

Sì, stiamo studiando altre misure e iniziative che auspichiamo, date le contingenze dell’emergenza attuale, possano partire dal mese di giugno.

21) Dove trovare tutte le informazioni relative al Fondo Speciale e alle iniziative promosse dal NUOVOIMAIE?
Sul sito web www.nuovoimaie.it e sui nostri social Facebook, Instagram e Twitter.

News 30 Marzo 2020 LEGGI TUTTO

Fondo Speciale NUOVOIMAIE: fai domanda online dal 23 marzo al 23 aprile 2020

E' ora possibile fare domanda di partecipazione al Fondo Speciale per artisti NUOVOIMAIE creato in occasione dell'emergenza Coronavirus (Fondo Speciale Covid-19).

La domanda può essere presentata esclusivamente online: non saranno ritenute valide comunicazioni pervenute via mail o tramite altri mezzi.

Per finalizzare la domanda c'è tempo fino al 23 aprile e non sarà data alcuna priorità in base alla data di presentazione: non abbiate fretta!

Leggi le Faq, guarda il video tutorial su come fare domanda per il Fondo Speciale e compila la tua domanda.

Per tutti gli aggiornamenti sul Fondo Speciale visitate il sito web e seguite il NUOVOIMAIE su Facebook, Instagram e Twitter.

News 23 Marzo 2020 LEGGI TUTTO

Emergenza Coronavirus: Fondo Speciale per gli Artisti NUOVOIMAIE

Un Fondo Speciale per gli artisti di musica e audiovisivo che, in seguito all’emergenza legata al diffondersi del Coronavirus, si sono trovati costretti a interrompere il proprio lavoro è stato deliberato in data 18 marzo 2020.

I destinatari del Fondo COVID-19 creato dal NUOVOIMAIE sono tutti i soci e i mandanti diretti.

Requisiti fondamentali per fare richiesta di accesso al fondo, inoltre, sono: essere residenti in Italia ed essere iscritti alla collecting prima del 4 marzo 2020.

Quella che verrà stanziata è una cifra importante, superiore ai 5 milioni di Euro, il cui esatto ammontare sarà stabilito il 30 aprile dall’Assemblea dei Delegati del NUOVOIMAIE.

La misura è un sostegno pensato per tutti gli artisti danneggiati nella professione dagli eventi legati all’emergenza Coronavirus, come ad esempio l’annullamento di un concerto o di uno spettacolo musicale dal vivo, di una rappresentazione teatrale, una produzione cinematografica, una fiction o un turno di doppiaggio.

Ciascun artista potrà presentare la domanda, dal 23 marzo al 23 aprile prossimi, accedendo o registrandosi al Portale Artisti indipendentemente dal reddito da lavoro e dai figli a carico.

Al fine di essere di supporto a tutti i soci e i mandanti che in questo momento vivono una particolare situazione di disagio, verrà stilata una graduatoria che terrà conto di tre condizioni:

a) reddito da lavoro (Mod. 730 o Unico) inferiore o pari ad euro 25.000,00 in relazione all’anno di competenza 2018 (dichiarazione dei redditi anno 2019);

b) figli a carico;

c) eventi lavorativi annullati tra il 1 febbraio 2020 e il 30 giugno 2020 a causa della diffusione del Coronavirus.

Per maggiori dettagli consultate la delibera di costituzione del Fondo Speciale COVID-19.

Continuate a seguirci su Facebook, Instagram e Twitter e consultate il nostro sito per tutti gli aggiornamenti sul Fondo Speciale.

News 18 Marzo 2020 LEGGI TUTTO