News 12 Febbraio 2020 Back

Sanremo: presentata la Ricerca NUOVOIMAIE sull’impiego delle interpreti femminili nel Music Business

Share

Donne e musica, un divario ancora enorme. Lo dimostrano i dati della ricerca analitica sulla presenza e compensation delle interpreti femminili nel music business, dal 1947 a oggi. Lo studio, presentato a Sanremo dal NUOVOIMAIE e basato sul repertorio completo di opere registrate e pubblicate, prende in considerazione 765.789 registrazioni musicali in 116 Paesi soffermandosi in modo puntuale sul numero di ruoli da artisti primari e comprimari, analizzati per Paese, fascia di età e sesso nonché il volume economico generato dall’utilizzo delle opere.

La fonte sono i database della collecting pubblicati sul sito nella sezione Rendiconti e repertori. In generale, i ruoli da comprimari femminili sono 93.872 (9,46%) contro gli 898.938 (90,54%). Più o meno simile la differenza per gli incarichi da primari: le donne ne ricoprono 136.088 (7,44%) e gli uomini 1.692.000 (92,56%). In totale le parti maschili sono 2.590.938 (91.85%) a fronte dei 229.960 (8,15%) di quelle femminili.

Per quanto riguarda l’Italia tra i Paesi selezionati, è quello in cui la forbice tra ruoli occupati dalle donne e dagli uomini è, pur nell’assoluta sproporzione, meno accentuata se si considera il numero di artisti totali del campione pari a 389.219 registrazioni musicali. Nel dettaglio, nel nostro Paese, si segnalano 56.618 incarichi da comprimari per le donne, con una percentuale pari al 9,42%, a fronte dei 544.694 degli uomini per cui la percentuale sale al 90,58%. Sono, invece, 71.105 (8,32%) i ruoli da primari per le donne e 783.539 (91,68%) per gli uomini su un campione di 389.219 registrazioni musicali.

Nella fascia d’età fino a 17 anni i ruoli da comprimari femminili sono stati 662 (19,50%) contro i 2.733 maschili (80,50%), i primari 2.149 (10,93%) e 17.510 (89,07%). La forbice donna-uomo per i primari comincia a divaricarsi ancor più dai 18 ai 34 anni per raggiungere dimensioni sempre più significative dai 35 ai 54 anni in cui ad esempio la fascia di sproporzione tra uomini e donne è del 93,55% contro il solo 6,45%. Infelice anche il quadro che riguarda i comprimari in maniera davvero accentuata a partire dai 55 anni e fino ai 67 in cui i ruoli delle donne sono il 5,13% e quelli degli uomini il 94,87%. Dopo i 67 anni si passa al 7,74% di donne comprimarie contro il 92,26% degli uomini e al 6,83% dei primari al femminile e i 93,17% al maschile.

In un quadro di così marcata e schiacciante superiorità del ruolo maschile su quello femminile nel mondo della musica, risulta ancora più sorprendente quanto la ricerca illustra in termini di consenso e interesse da parte del mercato che, colpo di scena, premia proprio le donne nonostante la loro difficoltà ad accedervi.

L’analisi riguarda le ripartizioni effettuate dal NUOVOIMAIE che derivano dai diritti connessi allo sfruttamento delle opere da parte di radio, tv, streaming, locali pubblici, supporti audio ecc. La ricerca in questo caso ha analizzato la situazione in Italia di artisti appartenenti a 179 paesi per un totale di 149.905 musicisti e un complessivo numero di diritti ripartiti pari a 117.858.153 Euro.

I dati economici anche in questo caso parlano chiaro: a livello generale si evidenzia che da un solo 7,44% di ruoli primari interpretati da donne il valore economico generato è più che doppio, pari al 16,78% e sulla fascia d’età che premia le donne, ovvero 18-34 anni, addirittura si passa al 32,06%. In valore assoluto non è sbagliato affermare che la musica femminile incontra di fatto i gusti del mercato più di quella maschile, con una efficacia superiore anche nelle stesse performance del music business.

Sanremo: Tecla ha vinto il Premio Enzo Jannacci 2020 Premio Enzo Jannacci 2020

Ultime News

Fondo di sostegno D’Orazio – Proietti

NUOVO IMAIE ha creato un nuovo fondo di sostegno di 5 milioni di euro per i soci e i mandanti diretti dei settori musica e audiovisivo, intitolato a due grandi artisti nonché indimenticabili soci: Stefano D'Orazio e Gigi Proietti.

Si tratta di un fondo di sostegno pensato e rivolto agli artisti interpreti esecutori che si trovano ad affrontare un particolare momento di difficoltà economica.

La domanda di ammissione al Fondo D'Orazio - Proietti potrà essere compilata e inviata direttamente online sul Portale Artisti a partire dal 4 dicembre 2020 fino alle ore 18.00 dell'8 gennaio 2021.

Per facilitarti la compilazione della domanda online sul Portale Artisti abbiamo realizzato questo video tutorial:

Per conoscere meglio tutti i requisiti e le condizioni per poter accedere al Fondo D'Orazio - Proietti leggi con attenzione le F.A.Q.:

1) Cos’è il Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020?
È un fondo straordinario di 5 milioni di euro nato per sostenere economicamente gli artisti NUOVO IMAIE che attraversano un momento di difficoltà economica.

2) Chi può fare domanda d’accesso al Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020?
Per poter fare domanda al fondo di sostegno è necessario avere i seguenti requisiti:

  • Essere maggiorenni;
  • essere soci o mandanti diretti, aventi diritto, del NUOVO IMAIE non dimessi, o aver inviato domanda di iscrizione o atto di mandato entro il 30 novembre 2020;
  • essere residenti in Italia alla data del 30 novembre 2020 oppure essere cittadini italiani ovunque residenti;
  • aver percepito nell’anno 2020, alla data di compilazione della domanda, redditi e/o entrate lordi, a qualunque titolo incassati, compresi tra 0 € e 12.000,00 € o tra 12.001,00 € e 25.000,00 € complessivi;
  • che i redditi lordi da lavoro relativi all’anno 2018 e all’anno 2019 (come da dichiarazione dei redditi presentata rispettivamente nel 2019 e nel 2020), siano stati percepiti per almeno il 51%, per prestazioni di lavoro artistico.

3) Chi sono i mandanti diretti?
Sono gli artisti che hanno conferito mandato direttamente al NUOVO IMAIE senza l’intermediazione di organismi terzi, diversamente dai mandati indiretti che il NUOVO IMAIE ha acquisito attraverso omologhe società estere.

 4) Chi sono gli aventi diritto?
Gli artisti che hanno interpretato o eseguito almeno un’opera audiovisiva o musicale, individuati in qualità di primario o comprimario. 

5) Quali documenti si devono presentare per accedere al Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020?
È necessario allegare alla domanda le dichiarazioni dei redditi dell’anno 2018 (presentata nel 2019) e la dichiarazione dei redditi dell’anno 2019 (presentata nel 2020).  

6) Se sono stato esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi del 2018 e del 2019, o anche solo in uno dei due anni, che cosa devo fare?
Se si è stati esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi del 2018 e del 2019 è necessario indicarlo nell’apposito form di compilazione della domanda di accesso al fondo. 

7) Quali sono i redditi e/o le entrate a qualunque titolo incassati a cui si fa riferimento per l’anno 2020?
Sono da considerarsi redditi e/o entrate tutte le somme di danaro percepite nel 2020 (al momento della compilazione della domanda) per qualunque tipo di lavoro, pensione, proventi o interessi finanziari, contributi e/o ristori e/o aiuti erogati da qualunque ente e fondo di natura pubblica o privata (INPS, NUOVO IMAIE, SIAE, Ministeri, Enti locali, ecc.), diritti d’autore e/o diritti connessi erogati da qualunque collecting.

8) Cosa si intende per redditi da prestazioni di lavoro artistico?
Sono da considerarsi redditi da prestazioni di lavoro artistico le somme di denaro derivanti da: pensione ex Enpals, spettacoli, concerti, prestazioni canore, musicali, recitazione,  partecipazione a film/fiction, doppiaggio, turni in studi di registrazione, royalties, lezioni di musica, canto, recitazione, diritti connessi al diritto d’autore e indennità percepite da NUOVO IMAIE o altre collecting e ogni altra attività riconducibile alla professione artistica.

9) Fino a quando è possibile fare domanda per il Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020?
È possibile fare domanda a partire dal 4 dicembre 2020 fino all’8 gennaio 2021, entro e non oltre le ore 18.00.

10) Come presentare la domanda per il Fondo di D’Orazio - Proietti 2020?
Accedendo al Portale Artisti sulla homepage del sito www.nuovoimaie.it e compilando il form dedicato alla domanda. È importante, per chi non lo avesse già fatto, registrarsi previamente al Portale Artisti.

11) Quali saranno i criteri di attribuzione del contributo?
Il contributo sarà attribuito secondo i criteri che stabilirà l’Assemblea dei Delegati il prossimo mese di gennaio, una volta verificato il numero e la congruità delle domande pervenute. Si provvederà a quantificare due fasce di contributo: la prima per coloro che avranno dichiarato di aver percepito nell’anno 2020 tra 0 € e 12.000,00 € complessivi e la seconda per coloro che avranno dichiarato di aver percepito tra 12.001,00 € e 25.000,00 € complessivi.

12) Chi ha fatto domanda per il Fondo Speciale Covid-19 del NUOVOIMAIE di maggio scorso e per il Fondo Sostegno Artisti NUOVO IMAIE 2020 di luglio scorso può comunque fare domanda per il Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020?
Sì, anche chi ha presentato domanda per i precedenti Fondi erogati in primavera e in estate può fare domanda per questo nuovo fondo, purché nel corso del 2020 non abbia superato 25.000,00 euro di reddito o di entrate complessivamente incassate. Nell’ammontare di 25.000,00 euro debbono essere calcolati i contributi erogati da Nuovo IMAIE come pure ogni altro contributo analogo (vedi Domanda 7).

13) Se un Socio o Mandante ha opere interpretate sia nell’area musicale sia nell’area audiovisiva, in quale settore, ai fini del Fondo di sostegno D’Orazio - Proietti 2020, verrà classificato?
L’assegnazione del settore di appartenenza del socio o mandante (Musica o Audiovisivo) sarà determinata dalla preponderanza dei diritti maturati per cassa negli ultimi tre anni effettivamente ripartiti o, se non ripartiti (in special modo nel caso dei neoiscritti o neomandanti) sulla base della prevalenza delle opere interpretate come risultanti nella banca dati dell’istituto.

14) Sono un delegato/domiciliatario: posso fare la richiesta al posto di un artista?
No. Poiché è una richiesta che si basa su un’autocertificazione, è necessariamente l’artista a dover fare la domanda.

15) Sono un delegato/domiciliatario ma sono anche io un artista: posso inviare la domanda attraverso il Portale Artisti?
No, in questo caso è prevista una procedura assistita, poiché disponi di un accesso al portale come delegato di uno o più artisti. Occorre inviare una e-mail a helpcovid19@nuovoimaie.it per richiedere l’inserimento della domanda.

16) Cosa succede in caso di dichiarazioni false o mendaci?
In base alla legge chi rilascia autodichiarazioni o autocertificazioni si assume ogni responsabilità civile e penale prevista dall’Ordinamento. NUOVO IMAIE si riserva tuttavia di adottare provvedimenti di espulsione, restituzione del contributo nonché ogni risarcimento del danno nei confronti degli istanti che presenteranno dichiarazioni e/o documentazione falsa e mendace.

News 4 Dicembre 2020 LEGGI TUTTO

Tre importanti iniziative a favore degli artisti NUOVO IMAIE

Andrea Miccichè, Presidente NUOVO IMAIE, illustra in questo video tre importanti iniziative a favore degli artisti NUOVO IMAIE approvate dall’Assemblea dei Delegati.

Nei prossimi giorni pubblicheremo i dettagli e le info su ogni iniziativa sul sito http://www.nuovoimaie.it e sui nostri social.

News 30 Novembre 2020 LEGGI TUTTO

Assemblea Generale 2020

Il prossimo 18 dicembre alle 10.30 si terrà l'Assemblea Generale del NUOVO IMAIE. L'Assemblea, riservata agli Artisti Soci dell’Istituto, si svolgerà in modalità streaming attraverso una piattaforma online.

Entro il prossimo 3 dicembre pubblicheremo sul nostro sito e sui canali social del NUOVO IMAIE le indicazioni per potersi collegare online alla piattaforma e partecipare all'Assemblea.

Leggi la convocazione

News 18 Novembre 2020 LEGGI TUTTO

Novità per i Direttori del doppiaggio

Da oggi i Direttori del doppiaggio possono conferire mandato al NUOVO IMAIE per l'incasso dei compensi loro spettanti per la diffusione delle opere doppiate sotto la loro direzione.

L’Assemblea dei Delegati ha deciso di modificare il Regolamento di ripartizione, introducendo il Direttore del doppiaggio tra coloro che beneficeranno dell'equo compenso della quota doppiatore.

Le autodichiarazioni riguardanti le direzioni di opere audiovisive protette potranno essere compilate dai Direttori direttamente sul Portale Artisti.

Dopo l'accesso al Portale Artisti sarà necessario procedere alla ricerca dell'opera nella sezione RICERCA OPERE digitandone il titolo, e dopo averla selezionata cliccare sul segno "+" della linea CAST relativa alla direzione del doppiaggio.

Se l'opera non è presente la si può inserire attraverso il pulsante INSERISCI OPERE FILMICHE della sezione DATI ARTISTICI.

Fin dalla prossima distribuzione dei compensi, così, potremo procedere alla ripartizione della quota di diritti riconosciuta ai Direttori del doppiaggio nel Regolamento di ripartizione del NUOVO IMAIE.

NOTA BENE: Qualora un Direttore del doppiaggio sia già socio o mandante avente diritto di NUOVO IMAIE in qualità di doppiatore/attore non deve conferire mandato nuovamente a NUOVO IMAIE.

Per aiutare i Direttori del doppiaggio ad inserire le opere sul Portale Artisti, abbiamo realizzato questo video tutorial:

News 2 Novembre 2020 LEGGI TUTTO