AL VIA IL NUOVO PROGETTO EDUCATIVO EMCA NELLE SCUOLE

Parte la nuova alleanza musica e audiovisivo per promuovere l’educazione dei giovani sul valore della creatività e sull’uso legale delle nuove tecnologie

ANICA, FAPAV, MPA e UNIVIDEO sono liete di annunciare il loro ingresso in EMCA (European Multimedia Copyright Alliance), alleanza di organizzazioni ed associazioni europee che dal 2009 si occupa di realizzare nelle scuole il progetto educativo “Rispettiamo la creatività”, fondato da AFI, NUOVOIMAIE e SIAE.

“Rispettiamo la Creatività”, che dal prossimo anno scolastico vedrà l’introduzione di temi inerenti il settore audiovisivo, è un progetto didattico destinato alle scuole secondarie di I° grado che segue una metodologia consolidata che prevede: promozione diretta nelle scuole, distribuzione gratuita di kit didattici per gli insegnanti, monitoraggio intermedio dell’andamento del progetto, un concorso a premi sul tema della creatività e un’azione di valutazione qualitativa e quantitativa del suo impatto attraverso interviste e questionari.

Il progetto è stato presentato e promosso nell’ambito del Comitato AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) per lo sviluppo e la tutela dell’offerta legale di opere digitali che ne ha condiviso contenuti e obiettivi, quale iniziativa idonea a garantire un’azione di sensibilizzazione conforme agli obiettivi educativi promossi dall’Autorità, alla quale è stata già sottoposta richiesta di patrocinio.

L’iniziativa vedrà la partecipazione della DGBIC – Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali – del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ne ha condiviso il messaggio e le modalità attuative.

Alla base dell’iniziativa, la convinzione che educare vuol dire prevenire. Per una efficace tutela dei contenuti culturali, oltre alle necessarie attività di contrasto poste in essere grazie al lavoro svolto da Agcom e dalle Forze dell’Ordine, è importante coinvolgere i più giovani in attività educative nelle scuole con l’obiettivo di promuovere l’uso legale delle nuove tecnologie e di metterli a conoscenza delle conseguenze dannose della pirateria.
Finalità del progetto educativo è quella di spiegare agli studenti il valore delle opere creative e il ruolo della Proprietà Intellettuale come requisito fondamentale per lo sviluppo della produzione culturale e dell’attività creativa del nostro paese e quindi di aiutare i giovani a fare scelte più consapevoli su come realizzare, usare e consumare legalmente musica , film e opere dell’ingegno.

Ad oggi il progetto “Rispettiamo la creatività”, che è realizzato in collaborazione con ELLESSE EDU, società leader in Italia nel campo dell’educational marketing, ha coinvolto le scuole di 12 regioni italiane per un totale di 3.811 classi e 89.575 studenti.

“Siamo lieti di entrare a far parte del progetto EMCA, che ci ha colpito fin da subito per la professionalità dei soggetti coinvolti ed il forte e già avviato legame con le scuole” – hanno dichiarato ANICA, FAPAV, MPA e UNIVIDEO – “Come associazioni dell’audiovisivo riteniamo fondamentale partecipare ad azioni educative di questo tipo poiché la conoscenza del fenomeno della pirateria e delle sue conseguenze è purtroppo ancora troppo limitata, soprattutto tra i più giovani”.

“L’adesione al progetto EMCA di ANICA, FAPAV, MPA e UNIVIDEO conferma il loro impegno a sostenere campagne educative rivolte ai giovani sul valore della creatività” – hanno dichiarato AFI, NUOVOIMAIE e SIAE. “Grazie alla presenza del settore audiovisivo, EMCA diventa oggi un’alleanza più forte e più rappresentativa, nata dalla volontà di condividere l’azione e gli obiettivi del progetto “Rispettiamo la Creatività” e, quindi, di promuovere una più forte e capillare campagna di sensibilizzazione verso i giovani sul rispetto della creatività e sui diritti dei suoi protagonisti”.

Roma, 15 aprile 2015

Leggi il COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO EMCA

EMCA new_arancio_nero_2015[1]