NUOVO IMAIE: SODDISFAZIONE PER SENTENZA CHE SANCISCE DIRITTO IRRINUNCIABILE ALL’EQUO COMPENSO PER COPIA PRIVATA

Con la sentenza pubblicata in questi giorni in relazione alla causa SKY – SIAE, il Tribunale di Milano conferma il principio dell’irrinunciabilità dell’equo compenso per copia privata trattandosi di compenso diverso da quello oggetto del procedimento.

“Questa sentenza conferma quanto da sempre da noi sostenuto – dice il Presidente NUOVOIMAIE, Andrea Miccichè – ovvero che l’equo compenso per copia privata è un diritto indipendente e diverso dagli altri diritti riconosciuti agli artisti, interpreti ed esecutori ai quali, quindi, spetta un diritto irrinunciabile all’ equo compenso per copia privata a prescindere da qualsiasi diverso accordo in merito. La sentenza – conclude Miccichè – fa quindi luce su una questione fondamentale, confermando che anche a fronte di una eventuale cessione del diritto all’ equo compenso per copia privata, gli artisti interpreti esecutori mantengono comunque la piena legittimazione a ricevere la quota di copia privata di loro spettanza”.

 

Roma, 4 aprile 2014