Parlando di cultura, credo che siamo tutti d’accordo nel dire che è più bello finanziare un film che, ad esempio, una infrastruttura di cemento” – con queste parole apre il suo intervento Stefano Grassi, Direttore Centrale e Cfo di Banca Generali – alla conferenza stampa congiunta con NUOVOIMAIE per presentare l’iniziativa ArtistiInPrimaFila a sostegno del cinema italiano. “Stiamo valutando il  progetto con molto interesse” – continua Grassi –  “il cinema italiano è già dinamico e produttivo, ma ha bisogno di nuovi investitori che credano nelle sue potenzialità”.

 Il moderatore Franco Montini, giornalista e critico cinematografico, plaude al progetto di NUOVOIMAIE perché in un momento di così profonda crisi per il settore cinematografico rappresenta una speranza per il futuro della nostra industria culturale. Presenti alla conferenza numerosi artisti soci di NUOVOIMAIE – tra gli altri Luca Zingaretti, Nicolas Vaporidis, Luca Barbareschi, Massimo Dapporto, Ludovico Fremont, Antonello Fassari, Pietro Pulcini, Roberto Ciufoli, Andrea Roncato, Valerio Morigi – che hanno manifestato entusiasmo per un progetto che darà nuova linfa al cinema italiano.

 “E’ un’iniziativa meravigliosa e va supportata da tutti” – afferma Luca Zingaretti concordando con il Presidente Andrea Miccichè che l’equilibrio si trova finanziando tipologie di film diversi – “è  importante stabilire da subito i criteri e le modalità di selezione dei progetti da finanziare”.

Si vede proprio il passo diverso del NUOVOIMAIE” – dichiara Luca Barbareschi –   “bisogna comprendere l’importanza del lavoro di una collecting e non disperdere le energie dividendo la categoria. Il progetto di NUOVOIMAIE crea un sistema virtuoso, ora vedo al centro dell’interesse dell’Istituto gli artisti interpreti esecutori.”

Nicolas Vaporidis aggiunge – “Spero e mi auguro che gli investitori abbiano il coraggio di rischiare, che abbiano la determinazione di scommettere su un cinema che non sia scontato, che dia voce a volti nuovi, che sia capace di scoprire nuovi talenti.

Gli investitori non sono chiamati a dare una valutazione artistica dei progetti, ma ne sposano l’efficacia ed eventualmente i messaggi” – risponde Stefano Grassi – “per questo abbiamo voluto la sinergia con un partner specializzato e d’esperienza come il NUOVOIMAIE”.

Questa importante intesa – sottolinea Gianmarco Tognazzi portavoce del NUOVOIMAIE   – “si propone di offrire più opportunità alla produzione cinematografica  del nostro Paese, ma soprattutto  agli attori italiani. Oggi fare l’attore è sempre più difficile e contare su finanziamenti privati fa ben sperare per il futuro”.

Massimo Dapporto, delegato di NUOVOIMAIE, ha sostenuto fin dall’inizio il progetto, creando l’occasione di un incontro tra l’Istituto e Banca Generali di cui apprezza la professionalità.

Massimo Ghini evidenzia che “Si tratta di una iniziativa importante che va nella giusta direzione perché valorizza  la nostra industria culturale”.

 “Non posso che ringraziare il NUOVOIMAIE per questa iniziativa che spero dia una spinta al cinema e alla cultura italiana”- dichiara Maria Grazia Cucinotta.

 Il Presidente Andrea Miccichè si dichiara orgoglioso del percorso che oggi inizia e che, a partire dall’anno 2015, porterà il NUOVOIMAIE ad essere promotore e protagonista di un fondo di diversi milioni di euro in favore di tutti gli artisti interpreti esecutori e del cinema italiano, unico esempio di collecting in Europa ad intraprendere un’iniziativa così forte per promuovere la cultura italiana.