Presentato nella conferenza stampa di mercoledì 23 marzo 2016 presso la sala Nassirya del Senato, l’emendamento della senatrice Elena Fissore, approvato in X Commissione Senato nell’ambito del DDL sulla concorrenza.
Si tratta di una modifica storica e attesa da anni da parte degli artisti del settore musicale in quanto permette agli stessi, tramite le collecting che li rappresentano, di negoziare direttamente i propri compensi con gli utilizzatori (es. radio e televisioni) e dichiara incedibili i loro diritti.
L’emendamento, in linea con la liberalizzazione del settore, equipara finalmente la legislazione italiana a quella europea e garantisce parità di trattamento tra gli artisti del settore musicale e audiovisivo.
Confidiamo che il Parlamento e il Governo mantengano l’impegno di portare a termine l’iter di approvazione del disegno di legge, restituendo il giusto valore a chi contribuisce a tenere alta la cultura musicale nel nostro Paese.