NUOVOIMAIE gestisce e tutela i diritti connessi maturati dagli artisti, interpreti o esecutori del settore musica e del settore audiovisivo a far data dal 14 luglio 2009 (legge 100/10).
La legge sul diritto d’autore – LDA n. 633 del 1941- attribuisce agli artisti interpreti o esecutori che abbiano prestato la propria opera per realizzare una registrazione fonografica o un’opera cinematografica e/o assimilata, diritti volti a tutelare il valore delle loro prestazioni artistiche e a garantire che essi ottengano un ritorno economico dalla diffusione, dalla pubblica comunicazione e dall’utilizzazione delle loro opere.
Nella musica, l’equo compenso si genera quando una registrazione fonografica viene trasmessa via radio, tv, diffusa o comunicata nei pubblici locali o comunque riutilizzata. Nell’audiovisivo, l’equo compenso si genera in relazione a qualsiasi forma di utilizzo e diffusione delle opere cinematografiche o assimilate attraverso qualsiasi mezzo e modo: via televisione, via web, nei pubblici locali, negli alberghi e anche a seguito di commercializzazione di opere filmiche sia offline che online.
NUOVOIMAIE incassa e ripartisce l’equo compenso agli artisti rappresentati.
NUOVOIMAIE gestisce e ripartisce, inoltre, i compensi di copia privata audio e video, riconosciuti per legge sul diritto d’autore, ovvero la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi fatta da singoli soggetti per uso esclusivamente personale.
La durata dei diritti connessi per il settore audiovisivo è di 50 anni, mentre la durata dei diritti connessi per il settore musicale è stata estesa a 70 anni.