Federica Rosellini e Mimmo Borrelli
vincono il NUOVOIMAIE Talent Award
come migliori attori emergenti italiani dei film
presentati alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia

Alessandro Borghi e Antonia Truppo, ‘Padrino’ e ‘Madrina’ della cerimonia. Camilla Diana, premiata lo scorso anno, passa il testimone ai nuovi vincitori 

Federica Rosellini e Mimmo Borrelli sono i vincitori della terza edizione del NUOVOIMAIE Talent Award, assegnato oggi al Lido di Venezia al migliore attore e alla migliore attrice emergenti italiani tra i film presentati alla 74esima Mostra del Cinema. Il riconoscimento è stato ideato da NUOVOIMAIE – l’Istituto Mutualistico Artisti Interpreti ed Esecutori – per valorizzare e riaffermare il lavoro dell’attore. I due vincitori sono stati individuati, tra i film in concorso e non, dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani presieduto da Franco Montini e dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, guidato da Laura Delli Colli.

“Siamo alla Mostra del Cinema di Venezia per promuovere il cinema italiano dichiara Andrea Miccichè, presidente di NUOVOIMAIE- in particolar modo i giovani artisti emergenti o coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo cinematografico. Il nostro intento non è solo aiutare artisti in carriera o a fine carriera ma anche creare occasioni per lanciare talenti”.

Questa la motivazione per il premio a Federica Rosellini: “Con la sua interpretazione interessante anche nei silenzi è un’assoluta rivelazione nel panorama delle protagoniste della 74esima Mostra del Cinema. Il Premio NUOVOIMAIE la segnala per la sensibilità e insieme l’intensità che esprime, duettando oltretutto anche con una grande protagonista come Elena Cotta, in un ruolo evidentemente preparato lavorando non solo sulla voce ma perfino sugli sguardi e sulla gestualità. Uno stile che nasce dal teatro e che a Venezia ha finalmente incontrato il cinema”. Il premio a Mimmo Borrelli è stato assegnato “per la precisione con cui nel film “L’equilibrio” di Vincenzo Marra interpreta un sacerdote inquieto e coraggioso, che risponde esclusivamente alla propria coscienza e, per questo motivo, eroico. Ma l’eroismo disegnato da Borrelli evita retorica e stereotipo e comunica un senso di vibrante umanità nella quale è facile riconoscersi. Insomma una grande prova d’attore”.

Federica Rosellini è la protagonista dell’opera prima di Valentina Pedicini ‘Dove cadono le ombre’ presentato alle Giornate degli Autori, in cui interpreta la parte di Anna, vittima da bambina di un programma di eugenetica portato avanti in Svizzera tra il 1926 e il 1986 che aveva come obiettivo quello di sradicare il nomadismo. Diplomata all’Accademia del Piccolo Teatro di Milano e in teoria e solfeggio musicale presso il Conservatorio ‘Francesco Venezze’ di Rovigo, Federica ha lavorato molto per il teatro (‘Santa Estasi’ di Antonio Latella, regia di Antonio Latella, Teatro delle Passioni di Modena; ‘Hedda Gabler’ di Henrik Ibsen, regia di Antonio Calenda; ‘Giulio Cesare’ di William Shakespeare, regia di Carmelo Rifici, Piccolo Teatro Strehler). Nel 2015 ha interpretato il film di Alberto Rondalli ‘Il manoscritto’.

Mimmo Borrelli, attore, autore e regista teatrale da quasi vent’anni (‘Sanghenapule’, scritto con Roberto Saviano; ‘Cante e Schiante’; ‘Napucalisse’) e vincitore di numerosi premi, è alla Mostra di Venezia (Giornate degli Autori) con il suo debutto al cinema, protagonista  del film di Vincenzo Marra “L’equilibrio” in cui interpreta la parte di un sacerdote che si scontra con la realtà della Terra dei  Fuochi.

La cerimonia di premiazione si è svolta oggi, giovedì 7 settembre alle ore 12, presso lo spazio Italian Pavilion-Sala Conferenze Tropicana, dell’Hotel Excelsior di Venezia Lido alla presenza di Alessandro Borghi (che vinse il premio nella prima edizione del 2015) e Antonia Truppo in qualità di ‘padrino’ e ‘madrina’ del NUOVOIMAIE Talent Award, e della vincitrice della scorsa edizione, Camilla Diana, per il passaggio del testimone.

Roma, 7 settembre 2017